Email automation – Sfrutta l’automazione per personalizzare le tue comunicazioni

Scopri come sfruttare l'email automation per personalizzare le comunicazioni verso i tuoi lead, velocizzare i processi e ottimizzare ogni touch point.

Molto spesso si sente parlare dell’email marketing come di uno dei metodi più potenti ed efficienti per raggiungere i propri clienti o contatti interessati ai nostri prodotti o servizi.
Niente di più vero! Non sempre, però, si parla di quali sono le strategie per far sì che le attività di email marketing siano davvero efficaci.

Ecco perché, in questo approfondimento, parleremo dell’email automation, una tecnologia che permette di inviare messaggi personalizzati e pertinenti in modo automatico e che consente di sfruttare pienamente ogni punto di contatto con i tuoi lead massimizzando l’impatto delle tue campagne.

I vantaggi dell’email automation

Immagina di poter comunicare con i tuoi clienti in modo personalizzato, tempestivo ed efficiente, senza dover dedicare ore preziose alla gestione manuale delle email.

I tuoi contatti sono il tuo dato proprietario più prezioso. Se non vuoi rischiare di perderne molti a causa di invii massivi a tutto il database, dovresti pensare di impostare alcune automazioni per rendere le tue campagne di email marketing ancora più performanti.

L’email automation, infatti, offre davvero molti vantaggi.

Ecco i principali:

  • personalizzazione delle comunicazioni – settando alcune automazioni puoi creare facilmente messaggi personalizzati che si rivolgono direttamente al mittente chiamandolo per nome, offrendogli contenuti a cui è interessato sulla base delle sue preferenze e perfettamente in linea con la fase del funnel in cui si trova – grazie all’analisi del suo comportamento sul tuo sito;
  • risparmio di tempo e risorse – automatizzare il processo di invio delle email ti consente di risparmiare tempo prezioso e risorse, consentendo ai tuoi collaboratori di concentrarsi su altre attività cruciali per il tuo business;
  • segmentazione efficace – con l’email automation, puoi segmentare il tuo pubblico in base a diversi criteri come l’età, la posizione geografica o le preferenze di acquisto, per inviare messaggi mirati e pertinenti a ciascun gruppo di destinatari;
  • miglioramento della customer experience – offrire comunicazioni tempestive contribuisce a migliorare l’esperienza dei clienti. I lead si sentiranno compresi e apprezzati, il che può portare a una maggiore fedeltà e a un aumento delle conversioni nel tempo.

Le automazioni più utili per le tue campagne di email marketing

Per prima cosa, devi assicurarti che il tuo CRM (Customer Relationship Management – cioè la piattaforma che ti consente di gestire i tuoi lead) consenta un certo grado di automazione.

Gli automatismi più importanti sono:

  • segmentazione dei lead – puoi utilizzare le informazioni raccolte nel tuo CRM per suddividere i lead in segmenti mirati. Questo ti permette di inviare messaggi pertinenti e personalizzati a ciascun gruppo di destinatari, aumentando l’efficacia delle tue comunicazioni;
    automatizzazione dei flussi di email – creare flussi di email predefiniti che vengono attivati in risposta a determinati attivatori (trigger) o azioni dei lead. Ad esempio, puoi inviare automaticamente una serie di email di benvenuto ai nuovi iscritti alla tua newsletter o una sequenza di follow-up dopo che un lead ha scaricato un tuo contenuto;
  • lead nurturing – utilizza l’automazione per accompagnare i tuoi lead lungo il percorso di acquisto. Invia loro contenuti educativi, offerte speciali e testimonianze di altri clienti per facilitare la conversione;
  • recupero carrelli abbandonati – per gli e-commerce, un’automazione particolarmente importante è quella che permette di inviare email di follow-up ai clienti che hanno abbandonato il carrello durante il processo di acquisto. Attraverso queste email puoi offrire loro incentivi o promemoria per incoraggiarli a completare l’acquisto;
  • feedback e valutazioni – dopo che un cliente ha effettuato un acquisto, utilizza l’email automation per chiedere feedback e valutazioni sul prodotto o sull’esperienza d’acquisto. Questo ti aiuta a raccogliere preziose informazioni per migliorare i tuoi prodotti e servizi e mantenere elevati standard di soddisfazione del cliente;
  • riattivazione dei lead dormienti – identifica i lead che hanno mostrato interesse in passato ma che sono diventati inattivi e imposta automatismi per riattivarli inviando loro offerte speciali o contenuti rilevanti per stimolare il loro interesse e coinvolgerli nuovamente con il tuo brand.


Implementare pratiche di email automation richiede una pianificazione attenta e una comprensione approfondita del comportamento dei tuoi lead, ma i vantaggi di cui può beneficiare il tuo business sono notevoli.

Come implementare l’email automation per il tuo business

Adesso è giunto il momento di passare all’azione. Implementare l’email automation sul tuo database di contatti ti consente di sfruttare pienamente ogni touch point con il tuo target, considerando anche che l’email marketing è uno dei canali di conversione più efficaci.

Il primo step è la definizione degli obiettivi. Prima di iniziare, infatti, è essenziale stabilire che cosa si vuole ottenere con questa tecnologia. Che si tratti di generare lead, aumentare le vendite o migliorare il coinvolgimento dei clienti, avere obiettivi definiti ti aiuterà a creare strategie mirate.

In secondo luogo, dovrai analizzare il tuo pubblico. Conoscerlo studiando i dati demografici e comportamentali ti consentirà di segmentarlo in gruppi omogenei e inviare loro messaggi in linea con gli interessi e le esigenze specifiche.

Poi, passa alla creazione di contenuti rilevanti. Assicurati di avere qualcosa di pertinente e di valore da comunicare ai tuoi destinatari, per catturare l’attenzione e incoraggiare a compiere l’azione desiderata (come cliccare su un link di approfondimento, contattare il servizio clienti, completare l’acquisto o scaricare una risorsa gratuita).

A questo punto, puoi iniziare ad automatizzare i flussi di email. Pianifica quali email inviare, in quale sequenza e con quali tempistiche, al verificarsi di determinate condizioni o azioni compiute dall’utente. Alcuni dei trigger più comuni sono l’iscrizione alla newsletter, il completamento di un acquisto e il download di una risorsa.

Per scoprire se i flussi di email automation che hai impostato sono efficaci, ricorda di monitorare costantemente le metriche di performance e ottimizzare le tue campagne in base ai risultati. Testa diverse varianti di messaggi, oggetti e call-to-action per identificare ciò che funziona meglio per il tuo pubblico.

L’email automation è una potente risorsa per migliorare le tue strategie di marketing e comunicazione online. Sfruttando le sue funzionalità, puoi creare esperienze personalizzate per i tuoi clienti, migliorare l’efficienza operativa e ottenere risultati tangibili per il tuo business.

Se vuoi saperne di più su cosa potrebbe portarti l’implementazione dell’email automation al tuo business, contattaci subito!

  • Simone Puliafito

    Un imprenditore che parla agli imprenditori, utilizzando lo stesso linguaggio e condividendone gli interessi. Da più di un decennio nel settore comunicazione per migliorare l'immagine delle aziende.

    TAEDA | CEO & FOUNDER