Trasformare lo storytelling in marketing: perché le storie vendono più delle funzionalità

Cos’è che trasforma lo storytelling in marketing? Perché ne parlano tanto? E, soprattutto, sarà vero che il potere della narrazione può rendere più efficaci le tue strategie di vendita? Difficile crederlo, eppure…

“Vagabondavo tra gli scaffali di un grande supermercato. Non riuscivo a focalizzarmi su quello che dovevo comprare. Quel continuo sterzare di corsia in corsia, circondato da infinite possibilità d’acquisto, nutriva uno strano senso di smarrimento. Confezioni dai colori accattivanti e scritte di ogni forma, si alternavano attirando la mia attenzione.

Il tempo scorreva, avevo solo un’ora prima di andare a prendere mio figlio a scuola. La frustrazione saliva. Poi, un sorriso con denti bianchissimi, incorniciato da labbra fine e tese allo spasmo: “Posso aiutarla?”. Fu allora che ebbi un’illuminazione. Se avessi una persona di fiducia a cui delegare la spesa al supermercato, quanto tempo e stress mi risparmierei?

È in quel momento che ho deciso di creare LaSpesaPerfetta, la prima App per la spesa online che mette a tua disposizione un personal shopper per i tuoi acquisti al supermercato. Ogni settimana ho 2 ore libere in cui posso dedicarmi ai miei hobby e rilassarmi, mentre uno shopper esperto fa la spesa per me. Ora, quando vado a prendere mio figlio scuola, sono puntuale e sorridente. Basta davvero poco, per cambiare in meglio la qualità del nostro tempo.”

Le storie sono la materia della vita. Definiscono chi siamo, ci appassionano e in esse, spesso, ci identifichiamo. Danno significato alle nostre azioni e giustificano le scelte che facciamo. Ci fanno “sentire” il mondo intorno a noi, invece di continuare ad attraversarlo correndo distratti verso mete effimere.

I superpoteri della narrazione sono noti dai tempi di Aristotele. Continuare a ignorarli non ha molto senso. Invece, continuiamo a concentrarci solo sulle caratteristiche dei nostri prodotti, su quanto siano migliori rispetto agli altri, e finiamo per annoiare le persone. Siamo come i nostri competitor. Nulla di più.
Ma come trasformi lo storytelling in marketing? E cosa lo rende uno strumento così potente da essere indispensabile nelle tue strategie di vendita? Siamo qui per scoprirlo.

Storytelling in marketing: crea il tuo Wonderland

Lo storytelling è lo spartiacque che divide i brand con una personalità dal brusio della moltitudine di aziende che affollano i mercati. Ma non solo, separa i clienti fedeli da quelli occasionali. Applicabile in diversi contesti aziendali, è ormai una componente imprescindibile per creare contenuti e strategie di marketing vincenti.

Potrebbe non farti piacere sentirlo, ma lo devi sapere: le funzionalità del tuo prodotto sono interessanti solo per te. Sono i vantaggi che dovresti vendere. E per farlo bene, dovresti essere consapevole che alle persone non interessa sapere cosa fai o cos’hai fatto. Sono interessate alle storie. O meglio, alle proprie storie.
Ecco perché ti servono narrazioni potenti per riuscire a toccare le corde emotive giuste e coinvolgere le persone nel tuo mondo di prodotti e servizi. È l’unico mezzo che hai per farle innamorare della tua azienda e costruire relazioni che dureranno a lungo. In altre parole, raccontare una storia è molto più efficace che elencare le funzionalità del tuo prodotto o servizio. Semplice.

Le storie sono i connettori con il tuo pubblico. Dunque, a prescindere dal settore in cui operi e dai prodotti che vendi, se riesci a veicolarne i vantaggi nella mente delle persone, potrai raggiungere i tuoi obiettivi e dare un senso a tutti gli sforzi di marketing.

Una struttura efficace per creare narrazioni di marketing potenti

Non ti è richiesto di essere uno scrittore o uno sceneggiatore, non è il tuo mestiere. E non devi neppure reinventare la ruota. Per trasformare lo storytelling in marketing, e creare il tuo Wonderland aziendale, puoi attingere ai 5 archi narrativi della struttura drammatica tradizionale, così come sono stati immortalati nella piramide di Freytag:

  • contesto – è la prima parte della storia, necessaria per dare spazio all’ambientazione, far capire dove ci troviamo, chi sono i personaggi chiave e permettere alle persone di addentrarsi nella narrazione;
  • conflitto – è il momento di creare tensione, di introdurre l’evento scatenante che darà inizio alla storia. Qualcosa smuove il protagonista al punto da indurlo a prendere una decisione che lo porterà a scontrarsi con sé stesso o qualcun altro;
  • climax – è il cuore della storia, il momento culminante e più emozionante. Sta per avvenire una svolta che cambierà il destino del protagonista;
  • chiusura o risoluzione – la curva dell’arco narrativo discende ed è il momento di concludere i fatti rimasti in sospeso prima di giungere alla fine della storia;
  • conclusione – la storia giunge all’epilogo, il conflitto affrontato dal protagonista è stato risolto e la sua trasformazione è conclusa.


Questi 5 elementi accomunano la stragrande maggioranza di tutte le storie del mondo. Hanno sempre funzionato e continuano a farlo. Puoi usarli tutti, solo alcuni o adattarli come credi sia opportuno. In ogni caso, il concetto di base non cambia: per coinvolgere i tuoi potenziali clienti, e vendere di più, hai bisogno di una buona storia da raccontare.

Il segreto che rende potente la narrazione

Che tu ci creda o meno, siamo tutti narratori nati. Costruiamo istintivamente una narrazione in qualsiasi contesto, dalla vita privata a quello che osserviamo accadere fuori dalla nostra finestra di casa.
Hai mai guardato le nuvole correre nel cielo ritrovandoti a definirle in forme che avessero un senso per te? Un volto, un fiore, una macchina da rally? Il cervello tende a rilevare schemi in ogni forma che l’occhio cattura. Allo stesso modo, estrapola schemi dalle informazioni che riceve, a prescindere che siano pervenute da immagini, testi o suoni.

Dunque, anche le storie sono schemi riconoscibili in cui troviamo sempre un significato. Il nostro cervello non fa molta differenza tra leggere il racconto di un’esperienza o viverla realmente. Le zone neurologiche che si attivano sono le stesse. Ecco perché la narrazione è così potente: stimola le nostre emozioni e accende l’immaginazione. Riesce a creare nella mente immagini assimilabili a esperienze reali.

Quindi, se leggiamo un elenco di funzionalità, percepiamo solo un carico cognitivo, ma se leggiamo o sentiamo una storia, la viviamo.

Sforzati di trasformare lo storytelling in marketing. Racconta come i vantaggi dei tuoi prodotti o servizi possano appagare le necessità dei tuoi clienti. Crea una narrazione in cui possano immedesimarsi e avrai un accesso privilegiato alla loro mente.

Come trasformi lo storytelling in marketing per i tuoi prodotti e servizi

Quando vuoi costruire relazioni che diventino vendite, le storie sono la forma più credibile di comunicazione. Hanno un valore inestimabile. Ti permettono di fornire informazioni, persuadere i clienti ad agire e creare con loro una connessione personale.

Nel momento in cui trasformi lo storytelling in marketing riesci a trasmettere quei segnali di fiducia che le persone cercano quando devono fare un acquisto. Quel supporto emotivo indispensabile per affrontare la sofferenza della perdita di denaro legata al loro acquisto.

Dunque, una buona storia può letteralmente cambiare la chimica del cervello e condurre un potenziale cliente lungo la strada per diventare un fan sfegatato della tua azienda. Ma come avviene questa connessione con le vendite? Beh, è qui che la storia si fa intrigante.

Conosci i tuoi potenziali clienti: narra una storia in cui possano immedesimarsi

Se hai definito chi sono i tuoi clienti e hai ben chiaro quali necessità stiano cercando di risolvere, o cosa vogliano esattamente, puoi inserire il tuo prodotto nella storia personale di ogni potenziale cliente. È così che ne evidenzi i dettagli, gli aspetti più inclini a soddisfare specifici bisogni, correlati a stili di vita e personalità diverse. Lo rendi la soluzione ideale per ognuno di loro in tanti modi diversi.

Attraverso la narrazione le persone collegano le storie alle proprie esperienze per comprendere meglio e renderle riconoscibili. Questo significa che puoi costruire una storia sui punti di forza del tuo prodotto e fare in modo che le persone li associno alla loro esperienza. A quel punto, puoi coltivare nella loro mente l’idea che la tua azienda sia la soluzione che le renderà felici.

Quindi, invece di:
La nostra consulenza finanziaria renderà più solide le strategie commerciali della tua azienda.

Potresti scrivere:

Stavamo lottando per riuscire a pagare i fornitori. Eppure, le vendite erano state un successo ed era il momento di investire in strategie commerciali più efficaci. Sentivamo crescere la frustrazione. È stato in quel momento che abbiamo deciso di sviluppare un sistema di controllo e gestione centralizzato, che ci permettesse di avere sempre tutto sotto controllo. Abbiamo capito dove stavamo sprecando le nostre risorse e siamo riusciti a trovare il budget necessario a spingere le vendite oltre le nostre aspettative.

Certo, non basterà raccontare una storia qualsiasi. Le buone storie hanno bisogno di essere realistiche, ma anche sorprendenti. Contengono elementi familiari, per facilitare l’immedesimazione del lettore e, allo stesso tempo, alcuni tasselli del puzzle devono invece restare in sospeso. È la suspence che tiene il cervello impegnato e connesso alla storia che gli stai raccontando.

Storytelling e marketing: una storia avvincente

Definisci il tuo pubblico e individua le sue necessità. Stabilisci un messaggio che diventi l’ossatura della tua storia e raccontala nel formato con cui i tuoi clienti ideali desiderano consumarla. Metti il potere della narrazione al servizio delle tue strategie di marketing e trasforma degli sconosciuti in ascoltatori coinvolti e appassionati.

La vita scorre all’interno delle storie, quelle che ci raccontano e quelle che narriamo a noi stessi. Ecco perché una storia può arrivare laddove le analisi razionali e quantitative non possono: disegnano nelle mente delle persone le immagini che fanno battere forte il cuore. Dati e statistiche persuadono, ma non potranno mai spingere ad agire con la stessa efficacia di una storia ben raccontata.

Servono narrazioni che sappiano stimolare l’immaginazione e appassionare i tuoi potenziali clienti. Il team TAEDA è pronto a raccogliere la sfida. Insieme possiamo raccontare la storia della tua azienda e trasformare lo storytelling in marketing. Contattaci e mettici alla prova. Là fuori, ci sono tante storie che aspettano di narrare al mondo i vantaggi che puoi offrire alle persone e potenziali clienti desiderosi di esserne gli eroi.

  • Simone Puliafito

    Un imprenditore che parla agli imprenditori, utilizzando lo stesso linguaggio e condividendone gli interessi. Da più di un decennio nel settore comunicazione per migliorare l'immagine delle aziende.

    TAEDA | CEO & FOUNDER